2016-03-03 23.28.56Devo dire che avrei voluto scrivere e condividere , a partire da stamattina, una riflessione sul giorno del mio compleanno …  sono felice di non essere riuscita a farlo fino a questo momento.

Perché? Banalissimo.

Perchè quanto avrei voluto scrivere… prima l’ho vissuto.

Perché ho davvero fatto si che fosse una giornata “col sorriso”, volta a ringraziare per il fatto che 17 anni fa una cicogna mi ha portata qui. “Il compleanno è un giorno come un altro, ha valore solo per i regali che si ricevono”: proprio per niente.

Il compleanno è di per sé il regalo.

Ci sono tante che cose che diamo per scontate e che a pensarci bene, questo giorno,ci ricorda. Personalmente, la vivo come una bellissima occasione per porre l’attenzione su quei dettagli che di solito, durante una giornata mi passano davanti e neanche li guardo … perchè sono già sul puntino là infondo che mi da spunto per lamentarmi… e anche se poi non mi lamento affatto… comunque non li ho ammirati proprio tutti i dettagli, ecco.

Non ha molto senso festeggiare il compleanno quando non si è felici o almeno positivi o almeno almeno speranzosi…nell’essere qui.

Il regalo più grande è quello, in qualche modo, di ricordarsi perché valga la pena innamorarsi della propria vita.

E la storia parte a ritroso, allora si ha la possibilità di riguardare tutte le pagine con calma e pensare agli sbagli che non si vorrà più commettere e quelli che sono un tratto distintivo della propria personalità … si  reincontrano persone, fantasmi nell’armadio, anche qualche sogno.

Gli auguri: la soddisfazione degli auguri quando arriva la prozia del cugino del fratello del nonno di in tuo lontano parente, che ti avrà visto due volte, che il giorno del tuo compleanno ti canta una canzone che è meglio di Buon Compleanno Elvis.

Gli auguri, a parte gli scherzi, di tutta la gente che ci tiene o  li porge a denti stretti… e anche qui, insomma, si possono tirare le somme.

La famiglia: io ho una mamma che si è spaccata in 4 oggi…e li ha coperti tutti i ruoli… genitrice, padre, sorella maggiore e sorella minore; ho dei nonni sempre presenti e avanti di cuore, al posto che con lo smartphone.

Il resto, beh, sembra scomparso nel lungo cammino di cui parlavamo prima.. in questo senso il compleanno mi ricorda che in realtà sono sempre li, ma su altre vie.

Infine… tadah! Questo è il mio ultimo compleanno da minorenne! Finalmente, viene da dire, non solo per la patente… Sia chiaro: non ho fretta di crescere, ma il maledettissimo numero 18 è una di quelle tante convenzioni dell’uomo che fa meglio avere che non avere ( posto poi che sia realmente un deterrente).

Insomma, sono stata a casa da sola fino alle 8.00 e non ho fatto nulla di straordinario, ma è stata sicuramente una delle giornate più belle e importanti della mia vita.

Grazie!!

#birthday #17 #Todayahappyday #grazie

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...